lunedì 13 marzo 2017

Bla Bla Bla - Piccoli ponti per grandi pozzanghere

"Bla Bla Bla - Piccoli ponti per grandi pozzanghere" di AAVV
60 pagine, formato A5 (copertina 300g - interni 170g patinato opaco, tavole a colori)
FREEZINE

Contenuto:
Progetto durato un inter anno scolastico che ha coinvolto le 3° e le 4° classi della scuola primaria A. Langer di Bolzano e gli educatori dell'Associazione La Strada - Der Weg. Una volta a settimana, per un ora e mezza, sono stati tenuti due laboratori creativi sulla tematica "sharing - condivisione" e successivamente sulla figura di Alexander Langer. I mezzi espressivi utilizzati: il disegno, il ragionamento, la comunicazione, il fumetto e l'osservazione. 

Credits:
Disegni, testi e ponti: Nora, Stefania, Taha, Alessia, Elisa, Federico, Massimo, Lorenzo, Alessandro, Albert, Gaia, Chiara, Emad, Mirco, Lisa, Sabrina, Michele, Alessandro, Anna Jessica, Alessio, Faruk, Gioele, Christian, Cristian, Arianna, Maira, Alex, Stefania, Diego, Eleonora.
Ideazione e coordinamento: Armin Barducci
Introduzione e descrizione testuale: Roberta Catania
Supervisione: Andrea Vigni, Manuel Mattion
Disegno di copertina: Armin Barducci
Appoggio incondizionato: Andrea Vigni, Manuel Mattion, Lorella Saccoman, Paolo Lorenzi

Progetto realizzato reazione al contributo della Piattaforma delle Resistenze.

Pagina facebook del Progetto Bla Bla Bla


-------------------U------N------D-----E------R-----K------R------A------U------T-------------------




venerdì 3 marzo 2017

Mostra del gruppo di disegno su Edgar Allan Poe

Abbiamo allestito una piccola mostra dei lavori realizzati durante il gruppo di disegno sui racconti di Edgar Allan Poe tenutosi nella Biblioteca Civica di Bolzano qualche tempo fa.
Ho fatto delle foto dato che la mostra rimane per poco tempo nel foyer del Teatro Stabile (sempre di Bolzano).

Dal comunicato stampa della Biblioteca Civica:

EDGAR ALLAN POE e altre storie horror / und andere Horrorgeschichten
Mostra / Ausstellung: Foyer Teatro Studio, 
- 03.02.2017, ore 18.45-21.30 Uhr
- 05.03.2017 ore 16.30-19.30 Uhr


“La casa Usher” e il “Il cuore rivelatore” sono i due racconti di Edgar Allan Poe scelti dal disegnatore e fumettista Armin Barducci per il laboratorio di disegno svoltosi in Biblioteca Civica. I partecipanti hanno liberamente illustrato diversi episodi dei racconti e trasformato l’immaginario di Poe in una loro personale visione artistica. Il laboratorio è stata un’interessante occasione per indagare la scrittura di Poe, scoprendone il potenziale visivo. Con questa esposizione di disegni si conclude il ciclo di appuntamenti, curati dalla Biblioteca Civica e dalla Fondazione Haydn, per far conoscere lo scrittore di Boston e il genere horror attraverso la letteratura, l’illustrazione, il cinema e il teatro.
Teilnehmer und Teilnehmerinnen eines Zeichenworkshops der Stadtbibliothek Bozen verwandelten die Kurzgeschichten “Der Untergang des Hauses Usher“ und „Das verräterische Herz“ von Edgar Allan Poe, unter Anleitung des Illustrators und Comicautors Armin Barducci, in Schwarz-Weiß-Bilder. Der Workshop bot Gelegenheit, das Potenzial Poes Vorstellungswelt und seiner bildhafter Sprache zu entdecken und dieses auf individuelle Art und Weise künstlerisch wieder zu geben. Die Ausstellung der Zeichnungen im Studio Theater stellt gleichzeitig den Abschluss der Veranstaltungsreihe zum Autor Edgar Allan Poe dar. Ziel der Zusammenarbeit der Stadtbibliothek und der Stiftung Haydn war es, den Schriftsteller aus Boston und das Horrorgenre anhand von Lesungen, Romanen, Filmen und Graphic Novels dem Publikum näher zu bringen.

Seguono le fotografie dei disegni realizzati:











lunedì 13 febbraio 2017

Gruppo di disegno su Edgar Allan Poe

Lo scorso venerdì ho tenuto un gruppo di disegno presso la Biblioteca Civica di Bolzano dove abbiamo preso due racconti di Edgar Allan Poe, "Il crollo di casa Usher" e "Il cuore rivelatore", suddiviso in 16 parti (momenti visivi) ed ad ognuno dei partecipanti distribuito una di queste parti. 

La cosa che mi è piaciuta soprattutto è stata la partecipazione. L'aver individuato un target di età molto difficile (18-28 anni). Metà erano prenotati, metà spontanei. Mi spinge a continuare a fare cose del genere. Gruppi spontanei di disegnatori senza obblighi scolastici o di iscrizione.

Quindi colgo l'occasione di segnalare la pagina dei disegnatori bolzanini:

Grazie a tutti i ragazzi che sono passati, agli amici, alla Suri che mi accompagna sempre in queste avventure.
Un grazie particolare va a Elisa e Alice della Biblioteca Civica che hanno permesso questa bella esperienza.










martedì 31 gennaio 2017

Sessione di dediche su Ötzi the Iceman

Giovedì 2 Febbraio potete trovare me e Suri nella libreria Athesia (in centro città sotto i portici) a Bolzano dove faremo le dediche sul nostro "Ötzi the Iceman".
Dalle 15.00 alle 16.30 siamo li.

mercoledì 18 gennaio 2017

Edgar Allan Poe e altre storie horror

Il mio 2017 è partito piuttosto bene anche grazie a questa illustrazione realizzata per l'iniziativa "Edgar Allan Poe e altre storie horror" della Biblioteca Civica di Bolzano. Il tutto è suddiviso in 3 eventi distinti dove in uno di essi, mi vede direttamente coinvolto. Segue spiegazione.

Gruppo di disegno:
venerdì 10 febbraio, alle ore 17, all'interno della sala grande della Biblioteca Civica di Bolzano (Via Museo 47) terra un gruppo di disegno. Si tratta di una sorta di laboratorio dedicato a chi piace disegnare, illustrare, dipingere dove verrà preso un racconto di Edgar Allan Poe (Il crollo di casa Usher) e suddiviso in 12 momenti. I momenti contengono una parte del racconto e verranno distribuiti ai partecipanti. I partecipanti hanno il compito di illustrare questo momento su di un foglio (di spessa grammatura) Din/A3. I ferri del mestiere, ovvero le penne, le chine, i pennelli e altri fantasiosi attrezzi, verranno forniti dal sottoscritto e si troveranno già in loco. Naturalmente se qualcuno preferisce usare i propri strumenti per disegnare li può portare a patto che l'illustrazione che  verrà realizzata sarà soltanto in banco e nero.
Anzi, lo ripeto: le illustrazioni saranno realizzate soltanto in bianco e nero.

Ciò che verrà realizzato verrà esposto in un secondo momento (il 3 e il 5 marzo) nel foyer del Teatro Stabile di Bolzano in occasione della messa in scena dello spettacolo di lirica moderna "The Raven" di Toshio Hokusawa. I partecipanti al gruppo di disegno hanno la possibilità di vincere (tramite estrazione) un biglietto per lo stesso spettacolo  di lirica (The Raven).

I posti per il gruppo di disegno sono limitati a 12, quindi è gradita la prenotazione scrivendo a infobiblio@comune.bolzano.it oppure scrivendo direttamente a me.

Ripeto la data:
10/02/2017
Ore 17.00 (fino alle 20.00)
Biblioteca Civica di Bolzano
Via Museo 47 (BZ)

Segue il manifesto in lingua tedesca.


giovedì 12 gennaio 2017

Where is your Heimat?

Una tavola tratta da Heimat, un progetto in tandem con Eleonora Suri Bovo e che vedrà la luce tra un paio di anni, ad occhio e croce.

Segue la tavola in B/N.

sabato 31 dicembre 2016

2016 calci in culo, calcio più, calcio meno


Sono pronto per salutare il 2016 e lo faccio ben volentieri, è stato un anno bello, ma imbruttito da una serie di cose e avvenimenti che avrei fatto ben volentieri a meno.

Avrei voluto fare una lista delle cose fatte durante l'anno, ma è una fatica pazzesca, oltre al fatto che basterebbe scrollare qui in basso nel blog e si vede tutto nei 125 post fatti nel 2016.

Ho comunque mantenuto il buon proposito espresso ad inizio anno: farsi più gli affari propri e comunicare con quello che mi riesce meglio, le immagini.
Fatto.


venerdì 30 dicembre 2016

Morto immaginario - a casual story

Ho idee, ma non ho tempo per metterle insieme in maniera sensata per poterci costruire sopra un progetto decente. No, diciamo che ho già una discreto numeri di progetti che contengono una serie di idee messe in fila in un contesto sensato. Questi progetti sono tutti messi in coda. Una volta finito uno, tocca al prossimo e poi al prossimo ancora finché non si esauriscono, il che è poco probabile, dato che per finire uno di questi progetti serve uno sproposito impegno di tempo e le idee non le posso fermare. Ci saranno sempre e spesso e volentieri, se non mi annoto tutto, vanno perse, volatilizzate in una discussione, cancellate in un battito di ciglia.

Questo succede quando non ho un progetto dove convogliare le idee, quindi ne devo aprire uno nuovo. Questa volta ho optato per una sorta di progetto-contenitore dove posso buttarci dentro tutto quello che mi pare e piace, senza che queste cosa abbiano un collegamento tra di loro. L'ho chiamato "Morto immaginario - a casual story" ed è il ripostiglio delle mie idee.

Questi qui sono personaggi a caso, fissati nel tempo.



martedì 20 dicembre 2016

Ricordi legati all'Ötzi

A tre mesi dall'uscita di Ötzi the Iceman, ho raccolto un po di ricordi legati ad eventi e dediche fatte. Iniziamo con quella più importante (quì sopra) dove dedichiamo (io e Suri) il libro ai miei genitori.

La prima sessione di dediche è stata all'Archeopark durante l'inaugurazione ufficiale di tutta l'iniziativa "Ötzi 25" partita il 19 settembre. Abbiamo fatto delle dediche praticamente al buio pesto.

Dedica ad uno dei miei bambini a scuola. 

Vinello e dediche a parenti ed amici di famiglia.

La presentazione alla Libroteka di Trento. Come al solito, è stata davvero bello.

La Suri che disegna un giovane Ötzi sulla lavagna del Liceo Scientifico Pascoli a Trento.

La prima volta che il libro è stato esposto all'entrata della libreria Athesia (che poi è anche la casa editrice).

La dedica per Messner.

E quella per Durnwalder.

Fare dediche al freddo durante il Musikfestival in Val Senales.

Altri link legati all'Ötzi: